Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Tanto per sapere

Post con #mondo del lavoro e professioni tag

Lavoro da Commessa: i requisiti

28 Settembre 2011 , Scritto da Stefania Con tag #Mondo del lavoro e professioni

Grandi opportunità occupazionali sono riservate a chi è in cerca di un impiego in qualità di commessa. Non si contanto infatti i settori per cui è richiesta tale figura e per cui è possibile candidarsi procedendo all'inoltro di un curriculum vitae.

Ma prima di avventurarsi, è sempre bene sapere quali sono le mansioni di una commessa e quali requisiti vengono generalmente richiesti per rivestire il ruolo.

Ecco cosa c'è da sapere.

 

LEGGI L'ARTICOLO

Mostra altro

Professione receptionist: uno dei mille volti della segretaria

15 Settembre 2011 , Scritto da Stefania Con tag #Mondo del lavoro e professioni

Per svolgere un impiego da segretaria è possibile trovare inserimento occupazionale in molteplici settori merceologici.
Il settore turistico-alberghiero, ad esempio, è uno di questi. All'interno di una struttura ricettiva, infatti, è sempre necessario inserire la figura del receptionist per la gestione di tutte le attività legate al desk del ricevimento.
Ma quali sono esattamente le mansioni di cui si occupa una segretaria di reception?
Ecco svelati tutti i segreti di questa professione nel seguente articolo.
Mostra altro

Call center: come fronteggiare le criticità con una comunicazione efficace

7 Settembre 2011 , Scritto da Stefania Con tag #Mondo del lavoro e professioni

Lavorare in un call center può diventare un'esperienza davvero problematica se non si parte equipaggiati di buona volontà ma, soprattutto, se non si mettono in pratica poche ma vitali regole di comunicazione.

A nulla infatti può valere la complessiva padronanza del servizio svolto se non si è in grado di placare un utente particolarmente contrariato. E allora, cosa deve assolutamente sapere un operatore call center modello?

CONTINUA A LEGGERE...

Mostra altro

Call center: i requisiti dell'operatore modello

7 Settembre 2011 , Scritto da Stefania Con tag #Mondo del lavoro e professioni


2994723741_556a043115.jpgAlla fine, quindi, call center sì (vedi 
post precedente).

Solo che le due, tre settimane al massimo sono diventati 4 lunghissimi anni, seppur per due aziende diverse e per servizi differenti.
Ma cosa serve davvero per lavorare in un call center? Quali sono i requisiti indispensabili che non possono mancare all'operatore modello?

Ecco svelato tutto quello che c'è da sapere nel seguente articolo...


 

 

 

Mostra altro

Professione call center: cronaca di un'assunzione annunciata

7 Settembre 2011 , Scritto da Stefania Con tag #Mondo del lavoro e professioni

2721576229_61ecf1f1fb.jpgChissà a quanti è capitato almeno una volta nella vita, in fase di ricerca di uno straccio di lavoro che fosse uno, di porsi la fatidica domanda:
Call center sì o call center no?

A me è capitato.
E ancor prima che la domanda mi si formulasse completamente in testa, c'era una vocina terrorizzata dentro di me che urlava NO con tutte le sue forze.
No perché non mi va che non ci siano altre scelte.
No perché sono laureata e io lì non ci lavoro!
No perché ho anche due master... e quanto mi sono costati, poi.
No perché non sono così disperata.
No perché ho ancora del tempo davanti a me per trovare il vero lavoro della vita...
No perché che male c'è a voler fare altro?
No perché mio zio mi ha detto che nel suo ufficio ci sono ormai più topi che dipendenti... insomma prima o poi bandiranno tanti di quei concorsi pubblici... Quelli sì, che sono posti d'oro.
No perché... è che io il telefono proprio non lo sopporto.
E poi magari neanche mi prendono!
E invece mi prendono, eccome se mi prendono. La chiamata arriva a due ore dal colloquio. Se dico sì, comincio lunedì. Dipende da me, dipende.
Dipende da me!
Centinaia di curricula inviati senza un misera risposta, neanche fossi l'ultima capra dell'universo e ora... per iniziare a lavorare, dipende da me!
A questo punto, comincia a farsi strada un vago e diffuso senso di colpa.
Il colloquio l'ho superato...
E dopo che sono laureata? Da qualche parte si dovrà pur cominciare!
E poi peggio per me che non voglio andare fuori a cercare lavoro. Chissà quanti ne troverei con questo titolo di studio!
E poi che sarà mai? Mica vado a morire!
E visto che comunque non sto facendo niente... niente per niente, almeno mi guadagno qualcosina.
E poi è part time. Nella parte libera della mia giornata, posso sempre cercare altro.
Ché tutto sommato, sono fortunata... in giro non c'è proprio niente.
Ok, ho deciso, intanto inizio: due, tre settimane al massimo e poi troverò altro. Ma almeno avrò un po' di esperienza alle spalle.
Mostra altro

Come trovare lavoro con le agenzie interinali

6 Settembre 2011 , Scritto da StefaniaEsse Con tag #Mondo del lavoro e professioni

2700408295_6246ebb455.jpgTempi duri, questi, per chi è alla ricerca disperata di un lavoro. Ed è sempre più chiaro ormai che, per trovare un impiego, avere tutti i numeri giusti e le carte in regola non bastano più. Servono spirito di adattamento e di iniziativa, flessibilità, tanta flessibilità, ma soprattutto occorre sapere come muoversi. Quali sono allora le mosse giuste per ottimizzare tempi e risultati?

  • Senza tralasciare la tradizionale distribuzione brevi manu del proprio curriculum vitae, un valido supporto in questo senso viene fornito dalle agenzie interinali. Per "agenzie di somministrazione di lavoro temporaneo" (o interinali, appunto) si intendono quegli istituti privati che svolgono un ruolo di intermediazione tra l'aspirante candidato e il datore di lavoro. Più precisamente, esse si occupano del processo di selezione, reclutamento e, all'occorrenza, formazione di risorse umane da proporre all'attenzione delle aziende clienti in cerca di lavoratori. Partendo da questo presupposto, ecco le tre mosse da fare per sfruttare al meglio e a nostro vantaggio le loro potenzialità. 
  • Proporre a tutte le agenzie interinali presenti e attive nel proprio territorio di residenza un'autocandidatura spontanea. Questa è la prima mossa da fare affinché il nostro profilo possa essere valutato per eventuali impieghi. L'inoltro del curriculum per comodità può anche essere effettuato online direttamente dal sito delle agenzie. A questo segue generalmente un formale colloquio conoscitivo in cui sarà bene specificare le competenze di cui si è in possesso, le aspirazioni, le predisposizioni e le eventuali esperienze lavorative pregresse.
  • Cercare in rete. Numerosi infatti sono i siti in cui è possibile trovare pubblicati annunci di lavoro da parte di agenzie interinali.
  • Consultare direttamente i siti delle agenzie. Non dimenticare che ogni agenzia aggiorna anche nei propri siti internet le proposte di lavoro in corso.

Queste in breve le mosse indispensabili per usufruire al meglio del supporto offerto dalle agenzie interinali nella difficoltosa ricerca di un lavoro.

A questo punto, non resta che mettersi subito in azione.

Mostra altro

Come trovare le offerte di lavoro a Torino

4 Luglio 2011 , Scritto da Stefania S. Con tag #Mondo del lavoro e professioni

2716981752_0d43765c96.jpgTrovare lavoro di certo non è un’impresa tra le più semplici. Occorre un titolo di studio dimostrabile, spesso dell’esperienza alle spalle, magari disponibilità oraria a tempo pieno. Per non parlare di quanto serva a volte una buone dose di fortuna, per cui la chiave diventa trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Tuttavia, al di là di tutti questi ingredienti, requisito primario e universalmente valido per trovare un impiego rimane sempre quello di sapere come e dove cercare.

Canali tradizionali di ricerca

Se ad esempio si cercasse lavoro in una città importante, centrale e vitale come Torino, sarebbe senz’altro imperativo, per lanciarsi alla ricerca di un impiego in maniera ordinata e fruttuosa, un’attenta selezione dei canali di consultazione delle offerte di lavoro. In particolare, dopo aver redatto un curriculum vitae ad hoc, completo di tutte le esperienze lavorative eventualmente vissute e di tutte le informazioni relative alla propria preparazione culturale e professionale, il primo passo che risulta opportuno compiere è quello di iscriversi al Centro per l’Impiego di Torino nonché a tutte le agenzie interinali presenti nel capoluogo piemontese. In entrambi i casi - per cui sarà possibile anche consultare l’elenco delle ultime proposte pubblicate nelle relative bacheche - la candidatura verrà presa in esame da preposti selezionatori che, dopo un colloquio conoscitivo, avranno cura di contattare il candidato in caso di offerta di lavoro in linea con il suo profilo professionale.

Trovare un impiego grazie al web

Altra preziosissima fonte di consultazione è naturalmente il web. In questo caso si può procedere con una ricerca per parole chiave che, nel caso in esame, potrebbero essere: “cerco lavoro a Torino”, “agenzie Torino”, “collocamento Torino”, “offerte lavoro”, “annunci Torino”, “trovare lavoro Torino” ecc. In tal modo, ci si imbatterà in una serie di siti di offerte di lavoro per il capoluogo piemontese in cui sarà possibile analizzare nel dettaglio le varie proposte. Altra opzione è quella di puntare ad un unico specifico raccoglitore di annunci dai più disparati siti, come può esserlo ad esempio il sito jobrapido.it. Da qui, basterà selezionare la provincia di interesse, in questo caso Torino, e all’occorrenza, se si hanno le idee chiare sul tipo di impiego che si intende trovare, filtrare il campo dell’impiego con il ruolo ricercato. Qui le opportunità di lavoro saranno sia proposte di privati, sia di aziende, sia di agenzie interinali. Infine, se si fosse alla ricerca di un impiego pubblico è bene tenere sempre d’occhio la Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana che, a cadenza bisettimanale, pubblica online tutti i bandi di concorso scorrendo i quali si avrà cura di porre l’attenzione su quelli specifici per la città di Torino.

Statua & Mole
Mostra altro

Come cercare lavoro in Sicilia

15 Giugno 2011 , Scritto da Stefania S. Con tag #Mondo del lavoro e professioni

4926642177_cb2570ef71.jpgEssere in cerca di lavoro è una condizione che accomuna molti, forse troppi italiani. Soffermiamoci sulla Sicilia e scopriamo quali sono i canali consigliati per mettersi sulle tracce di un impiego.

L'aiuto della rete

Un aiuto validissimo per trovare lavoro in Sicilia viene offerto dalla rete e dalle sue inestinguibili risorse. Un primo sguardo può essere dedicato a Google tramite la ricerca con alcune parole chiave come "lavoro in Catania", Offerte Sicilia", "cerco lavoro in Sicilia", "posti di lavoro in Sicilia". Ma per restringere un pò il campo d'attenzione, esistono molti siti affidabili e completi che meritano di essere consultati. Uno su tutti è ad esempio jobrapido.it. In questo sito è possibile selezionare l’area geografica di interesse, in questo caso la Sicilia, e scorrere il lungo elenco delle proposte. Queste per lo più sono pubblicazioni di annunci da parte di agenzie interinali, (Adecco, Ranstad, Articolo1), che, per conto di aziende clienti, ricercano candidati per varie mansioni. Non è raro trovare offerte da parte delle aziende stesse che intervengono in prima persona nel processo di selezione, così come è possibile imbattersi in annunci da parte di privati cittadini. Candidarsi per queste proposte di lavoro è semplicissimo: spesso infatti è sufficiente l’invio del proprio curriculum vitae ad un indirizzo di posta elettronica. Medesimo funzionamento hanno i siti per impiego come infojobs.it, subito.it, bachecalavoro.com e kijiji.it ma con una percentuale più elevata di annunci da parte di privati cittadini. Per chi invece fosse alla ricerca di un lavoro nel settore pubblico, consultando il sito Gurs.regione.sicilia.it avrebbe la possibilità di scorrere i vari concorsi pubblicati già sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana ma filtrati solo per la Sicilia.

Non solo internet

In alternativa alla rete, ci sono altre possibilità di mettersi alla ricerca di un lavoro e proporre la propria candidatura. Una delle più valide è senz’altro tramite consegna brevi manu del proprio curriculum vitae presso le numerose filiali di agenzie interinali disseminate in tutta la regione. Queste faranno sostenere al candidato un breve colloquio conoscitivo, durante il quale si tenterà di approfondire le specifiche ambizioni, competenze, la preparazione culturale e le eventuali esperienze già maturate. Indovinata, in questi casi, è anche la scelta di redigere una breve lettera di presentazione da accompagnare al curriculum, lettera che nasconde il pregio di imprimere un carattere, di lasciare un’impronta più concreta e significativa alla candidatura. A questo punto, bisognerà solo attendere che il profilo del candidato corrisponda a degli specifici requisiti richiesti da una delle aziende clienti dell’agenzia. Infine questa, fungendo da intermediaria, si occuperà di fissare un colloquio conoscitivo tra le due parti in vista di un’assunzione.

Three office workers
Mostra altro