Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Tanto per sapere

Secondo Ottocento: la moderna concezione dello spazio e il nuovo paesaggio urbano

8 Febbraio 2012 , Scritto da Stefania

3204870552_64f728490a.jpgEpoca di enormi stravolgimenti, a partire dalla seconda metà dell'Ottocento si assiste ad un brusco cambio di rotta nella tradizionale idea di spazio. Il rapporto tra uomo e natura infatti comincia a diventare mediato e sempre più artificiale e la geografia per eccellenza diventa la città.

Le nuove realtà metropolitane dunque si impongono come centri dell'attività economica, come cuori pulsanti della vita degli abitanti e diventano simbolo di progresso e benessere. Tuttavia l'uomo moderno deve fare i conti con delle geografie assolutamente caotiche e destabilizzanti, in cui vige la logica della velocità e della mutevolezza e in cui fare i conti con tutta una serie di impulsi sconosciuti ed invadenti.

CONTINUA A LEGGERE...

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Monica C. 02/08/2012 19:51

il positivismo si riflette anche nell'architettura...

Rosario 02/08/2012 11:22

io abbatterei tutto e lascerei solo il verde. :D

Stefania 02/08/2012 14:28



Un ritorno alle origini... perché no? ;)